Streghi a Piazza al Serchio

 

Una sera dei giovani si trovarono d’accordo per andare in campagna a ballare. Avevano il violino che suonava bene. Passò uno: si fermò ad ascoltare e si mise a ballare anche lui. Quando capì di essere in mezzo al circolo ci piantò lo stilletto, così conobbe tutti quelli che erano a ballare: erano tutti streghi.

Quello che suonava gli regalò il violino e gli disse: «non farlo vedere a tua moglie, altrimenti vai a finire male». Lui andò a casa e nascose il violino dentro il baule perché non lo vedesse la moglie. La moglie andò a frugare dentro il baule e invece di trovare il violino ci trovò uno stinco di morto.

Allora rincontrò l’amico che gli aveva dato il violino e gli disse: «Riportami il violino, altrimenti per te è finita!».

Scuola Media Santini di Piazza al Serchio – Laboratorio demologico 2002-2003

Racconta: Marianna Fontanini 
Luogo: Piazza al Serchio 
Età: circa 80 
Raccolta da Gabriele Reali